nov-06-casa-jazz-gipsy
Gabriele Giovannini, chitarra; Daniele Gai, chitarre; Giuseppe Civiletti, contrabbasso.
Quando il gitano francese Django Reinhardt si innamorò del jazz, nacque qualcosa di nuovo, mai sentito prima. Fino ad allora, il jazz aveva avuto come modelli i grandi solisti americani; gli europei che provavano a suonarlo li avevano, sostanzialmente, imitati. Django, invece, fece qualcosa di inaudito: genio naturale, del tutto incapace di leggere e scrivere la musica, ma nutrito della spettacolare tecnica strumentale tipica della musica zingara, si inventò un suo stile, che univa entrambe le tradizioni. Era nato il gipsy jazz. Il suo Quintette du Hot Club de France, costituito insieme al violinista italo-francese Stéphane Grappelli, ebbe un successo strepitoso. Django arrivò a suonare addirittura con Duke Ellington e Coleman Hawkins. I Radical Gipsy sono un giovane trio romano che rilegge quell’eredità in chiave italiana. Eloquente il titolo del loro ultimo cd: “Spaghetti alla gitana”.
Casa del Jazz – Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma
radical-gipsy

CONTATTI

Roma Jazz Festival
romajazzfestival@gmail.com
+39 06 69345132

UFFICIO STAMPA E PROMOZIONE

Big Time Fabio Tiriemmi
fabio@bigtimeweb.it
+39 329 9433332

media-sponsor-deezer
media-sponsor-jazzit
media-sponsor-metro
media-sponsor-romeing
technical-sponsor-ciampi
technical-sponsor-federalberghi
collabo-palaexpo